Bonaf articoli2jpgIl caldo si fa sentire e la voglia di cibi freschi aumenta, il gelato è il re dell’estate ma come possiamo inserirlo nella nostra alimentazione?. Prima considerazione, come per tutti gli alimenti sarebbe auspicabile privilegiare la qualità, scegliendo quindi gelaterie che producano un gelato con materie prime fresche e senza addensanti, grassi di dubbia natura, zuccheri in quantità ed emulsionanti che consentono di incorporare più aria rendendo il gelato più “soffice”. Non basta purtroppo la scritta “gelateria artigianale” per avere garanzia di qualità perché per legge è sufficiente miscelare gli ingredienti in negozio per poter apporre questa scritta senza far distinzione sull’origine e sulla qualità che devono avere gli ingredienti stessi.

Per quanto riguarda il profilo nutrizionale di un gelato è bene ricordare che NON sostituisce un pasto, perché, anche se come apporto calorico potremmo avvicinarci è comunque notevole le differenza nei rapporti tra i nutrienti. In un gelato infatti sono presenti soprattutto zuccheri semplici, poche proteine (derivanti quasi esclusivamente da latte e derivati) e pochi grassi soprattutto nei gusti alla frutta (a volte non sempre naturali).

In questo modo il carico glicemico del gelato sarà molto elevato determinando un notevole aumento della glicemia che poi abbassandosi velocemente ci porterà ad avere presto di nuovo fame. Un pasto ben bilanciato invece sarà composto da carboidrati complessi, proteine ad elevato valore biologico, grassi di buona qualità e fibre con un conseguente basso carico glicemico e un miglior senso di sazietà nelle ore successive dato proprio dalla presenza di grassi e proteine.

Quindi si ad un bel gelato di qualità ogni tanto, come merenda o come dolce in base alle esigenze nutrizionali personali ma non usiamo la scusa “non ho mangiato, mi finisco la vaschetta di gelato che ho in frigorifero”!.

gelato

Infine, ecco il mio suggerimento per goderci una merenda estiva che soddisfa la voglia di gelato, sostituendo un classico spuntino a base di frutta e frutta secca o di yogurt e frutta con un goloso GELATO VELOCE!

Preparazione: Congelate a pezzetti la frutta più matura (perfette fragole, pesche, meloni) e frullatela con qualche cucchiaio di latte vegetale (mandorla, avena, cocco) e qualche pezzetto di banana che da dolcezza e cremosità. Serve solo un frullatore che possa tritare il ghiaccio e il vostro “gelato veloce” è pronto, potrete poi aggiungere un po’ di granella di nocciole o mandorle. In alternativa potete frullare direttamente la frutta fresca con uno yogurt greco congelando poi il tutto all’interno degli stampini.

Per contattare la Dottoressa specificando dove avete letto l’articolo: Cell.3394069328 – Mail: fbonafe.nutrizione@gmail.com

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.