Abbiamo visto come, dopo un lungo periodo di contrapposizione tra psicoanalisi ed ipnotismo, con il conseguente rifiuto di quest’ultimo, oggi si assista ad un rinnovato interesse verso l’Ipnosi, che può essere considerato un valido sussidio alla Psicoterapia. Scorrendo la letteratura recente possiamo dire, con Romero (Psicologo), che in essa si possono individuare quattro gruppi di trattamenti ipnoterapici con modalità di tecnica e fini diversi: ipnosi terapia suggestiva diretta, ipnosi terapia di sostegno, ipnosi terapia della presa di coscienza, ipnosi come terapia catartica. L’ipnosi terapia suggestiva diretta tende, per mezzo di suggestioni, alla soppressione del sintomo, senza tentare di modificare l’intima struttura di personalità. Consapevole del pericolo che può derivare dalla brusca soppressione di un sintomo, si cerca di rispettare il più possibile la sua funzione difensiva per l’individualità psicosomatica del soggetto. Così, nel campo dell’ipnosi terapia suggestiva diretta, sono sorte tecniche di miglioramento, con cui si attenua il sintomo mediante rilasciamento della tensione emotiva; tecniche sostitutive, con le quali si sostituisce un sintomo con l’altro simbolicamente equivalente, ma generatore di minore ansia, tecniche interventive, con le quali si soffoca gradualmente il sintomo morboso, modificandone per via suggestiva il modello sensorio-percettivo e la sistemazione temporo-spaziale. Franco Granone (Psicologo) afferma che essa può essere usata con successo nell’alterazioni funzionali degli organi quando queste non siano la manifestazione esclusiva di un processo psicoanalitico di conversione. L’ipnosi terapia di sostegno si differenzia da quella suggestiva diretta perché le varie tecniche ipnotiche di suggestione vengono in essa adoperate non tanto per risolvere immediatamente il sintomo morboso, quanto per accedere ad ulteriori psicoterapie razionali, adatte ad eliminare i conflitti interni e ad arrivare così ad un maggiore controllo degli impulsi istintivi e di adattamento. Con questo sistema si applica l’ipnosi alle metodiche della psicoterapia razionale, aventi per base la persuasione: metodi di “assicurazione”, di “desensibilizzazione”, di “allenamento”, di “rieducazione”, di “ricondizionamento”, eccetera…… Mentre nell’ipnosi terapia suggestiva diretta si fa appello all’obbedienza del paziente, in quest’ultima ci si richiama invece la sua ragione. Il terapeuta, infatti, cerca di fondare sopra solidi convincimenti i propri aiuti e consigli, per i quali desidera un consenso della ragione. L’ipnosi terapia della “presa di coscienza”, infine, è la tecnica che trae dalla psicoanalisi tutta l’impostazione teorica ed impiega l’ipnotismo solo per la rapida attuazione del trattamento psicoanalitico, dato che l’ipnosi ha il grande vantaggio eliminare rapidamente quelle resistenze che impediscono al materiale subconscio di affiorare e rendersi cosciente. Tale tecnica si avvale dei cosiddetti metodi “ipnoanalitici”, i quali però non sono affatto un sostituto della psicoanalisi, ma solo un mezzo sussidiario di questa. “La presa di coscienza e cioè la percezione da parte del paziente di un modello d’una configurazione nel suo comportamento nel suo pensiero”, scrive Romero non esaurisce difatti tutto il compito analitico ma è solo il presupposto indispensabile di questo. L’ipnosi può essere impiegata anche come semplice terapia catartica. Difatti l’ipnosi, richiamando il ricordo di fatti traumatici per la psiche del soggetto, può portare con la rappresentazione mnestica di essi all’esplorazione di sintomi morbosi causati dalla carica emotiva a lungo inibita e contenuta. Il miglioramento si avrebbe anche per il passaggio alla consapevolezza di un ricordo inconscio.

Per informazioni o per un consulto con la dott.ssa, lasciate un messaggio a questo LINK nel modulo contatti in fondo alla pagina, specificando dove avete letto l’articolo. Grazie.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.