Foto Roberto d'eugenio per articoli.jpgFinalmente è uscito l’attesissimo gioco Fallout 76 e siamo qui per farvi una sua descrizione, raccontarvi le emozioni che questo titolo è in grado di suscitare e specificarvi tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Innanzi tutto va detto che Fallout 76 rappresenta uno spin off rispetto agli altri, dunque non è un sequel della saga (sarebbe stato il quinto nel caso) ma un gioco che possiede una propria storia a parte. Si tratta di un titolo che si gioca completamente online e rappresenta un’esperienza survival dal grande realismo, infatti ad esempio il benessere del protagonista è soggetto a variabili come la sete e la fame, ma soprattutto ci sono delle missioni da portare a termine in cui si rischia la pelle.

Lo scopo finale di Fallout 76 è quello di ricostruire l’America, o meglio i suoi villaggi dopo la grande guerra, per questo bisogna andare in giro, raccogliere risorse, potenziare l’equipaggiamento (inclusa un’armatura da utilizzare su se stessi) e creare un campo base. In tal senso si segnala la presenza della funzione fast travel, che permette di tele trasportarsi da qualsiasi punto della mappa al proprio rifugio base.

Il gameplay:

Per quanto riguarda lo sviluppo del gioco, Fallout 76 consente di utilizzare o una visuale in prima persona o una in terza persona, ciò è possibile utilizzando il touch pad sul controller. Inoltre a livello visivo vengono date numerose informazioni e impartite istruzioni sul da farsi direttamente sullo schermo, quindi bisogna avere una certa reattività per coglierle.

Come accennato in precedenza, la natura di questo gioco è online, con ogni server che ospita utenti che hanno la possibilità di incontrarsi all’interno di una mappa, potendo collaborare al fine di completare delle missioni o degli eventi, ma anche scambiarsi degli oggetti. Esiste anche la possibilità di sfidare un altro utente, ma in questo caso ci sono delle delimitazioni, ossia bisogna che la sfida venga accettata prima di poter infliggere qualsiasi tipo di danno reale.

Le missioni da svolgere durante la campagna si concentrano principalmente nel West Virginia, una zona con pochi agglomerati urbani e ricca di vegetazioni e foreste, in un periodo storico in cui la devastazione della guerra era ben presente.

Quando si verifica un game over, si ha la possibilità di utilizzare un espediente valido, che consiste nel ritornare nel punto in cui si è morti per recuperare gli oggetti persi e tornare velocemente ad aver un equipaggiamento adeguato.

Le operazioni da cui non ci si può sottrarre riguardano l’uccisione dei numerosi animali mutanti presenti lungo il percorso e la cottura delle loro carni, ma anche la bollitura dell’acqua contaminata allo scopo di depurarla e renderla fruibile senza conseguenze. Le altre operazioni da effettuare sono munirsi di armi adeguate lungo il percorso (che possono essere reperite anche quando si eliminano i nemici) così come utilizzare dei dispositivi speciali in grado di creare le fondamenta del campo base, da sviluppare man mano che si va avanti.

Conclusioni: pregi e difetti

Fra i pregi di Fallout 76 rientrano l’approccio cooperativo da stabilire con gli altri utenti, che risulta interessante e coinvolgente, ma anche la presenza di una mappa molto estesa che garantisce una buona longevità di gioco. Inoltre è messo a disposizione del giocatore un localizzatore di ottimo livello e in lingua italiana.

Il prezzo del gioco non è fra i più economici, ma per gli amanti del genere ciò rappresenta un aspetto trascurabile.

In riferimento ai difetti spicca la poca presenza di NPC, ossia di personaggi gestiti dal software del videogioco con cui intraprendere scontri, anche se quelli con altri utenti possono presentarsi in quantità, visto che si tratta di un titolo multi giocatore. Per quanto attiene agli aspetti grafici questo gioco presenta frame rate non eccelsi, specie quando ci si trova coinvolti in azioni particolarmente movimentate come i combattimenti, ma le ambientazioni selvagge del West Virginia hanno il loro fascino.

Dunque Fallout 76 presenta delle manchevolezze, ma bisogna anche sottolineare che come tutti i giochi online, dei miglioramenti potranno essere applicati anche in futuro, per questo bisogna restare alla finestra e scoprire le novità al riguardo. Insomma, Fallout 76 rappresenta un titolo sicuramente consigliabile per chi ama vivere il survival in uno scenario post apocalittico e a colpi di battaglie adrenaliniche, un po’ meno invece per chi è perfezionista dei dettagli grafici.

Articoli simili
Latest Posts from AleCovaBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.