Foto Roberto d'eugenio per articoli.jpgNintendo Switch è una delle console più innovative presenti nel mercato dei giochi, questo perché è un ibrido capace di fungere da console “portatile”, senza venir meno anche alla sua giocabilità in modalità fissa, ossia mediante l’utilizzo del televisore. Essa in effetti si propone come una console di casa con il vantaggio di poter essere sempre portata in giro per fruire dei propri giochi preferiti in ogni momento. Nintendo Switch diventa familiare dopo pochi minuti di utilizzo perché non particolarmente complessa, l’accensione è immediata in quanto a differenza di altre non deve avviare nessun sistema o caricare dei programmi. La sua autonomia è di 20 ore di gioco dichiarate, ma evitando un uso eccessivo e continuativo i tempi prima di procedere alla ricarica sono lunghi e soddisfacenti. Il prezzo di Nintendo Switch si aggira intorno ai 300/330 euro, una cifra non trascurabile, ma che risulta adeguata se si pensa alla potenza dell’hardware (specie in rapporto con il Nintendo 3DS) e alle tante componenti di qualità offerte, come vedremo nel dettaglio qui di seguito.

Aspetto e componenti della console: 

Nintendo Switch si compone di due Joy-con (che fungono da controller) e da uno schermo tablet, che rappresenta il cuore della console e si caratterizza per essere multi-touch, di 6 pollici come dimensione e per possedere una risoluzione di 720p. La sua struttura presenta dei fori per consentire un’adeguata areazione, ma anche l’entrata mini-jack (sulla parte destra) per l’utilizzo delle cuffie e le slot per le Game Card, dotate di cappuccio di protezione. Su entrambi i lati del display ci sono delle “rotaie” per consentire di far scorrere e agganciare i due Joy-Con, mentre sul lato inferiore ci sono i sensori di luminosità e gli speaker che emettono suoni di buona qualità durante i giochi.

Nintendo Switch

Il corpo della console ha uno spessore di 12 millimetri, con il calore che si dissipa facilmente e consente alla ventola interna di girare costantemente a ritmi bassi, tanto che praticamente non si sente. La memoria interna è di 32 GB, ma si possono aggiungere anche hard disk esterni in collegamento, senza dimenticare le slot per le microSD. La console dispone anche di un stand estraibile, sulla parte sinistra, utile per mettere in piedi esclusivamente lo schermo e giocare. La cosa rende il dispositivo abbastanza stabile, ma il suo equilibrio alcune volte può risultare precario, come ad esempio sui mezzi in movimento. Nintendo Switch dispone anche di un alimentatore (a differenza di quanto avvenne con la Nintendo 3DS) che si collega tramite una USB-C, ossia una connessione universale. A livello estetico, infine, risulta elegante ed essenziale, dalle dimensioni ridotte e di bello aspetto, stesso discorso per i Joy-con, lisci, belli da vedere e disponibili in più colori.

Il software di Nintendo Switch: 

Il sistema operativo di Nintendo Switch risulta basico, alla sua accensione mostra i titoli a disposizione e in alto a destra l’avatar del giocatore. Si possono selezionare le poche funzionalità online con il touch o utilizzando i controller, fra queste rientrano la lista degli amici (per vedere se sono online o il loro ultimo accesso) e la visualizzazione del proprio codice amico, ossia un modo per aggiungere contatti alle liste. Nella parte inferiore della schermata ci sono varie voci di menù che consentono di modificare le impostazioni, mettere la console in modalità riposo, accedere all’e-shop per acquistare titoli, gestire i Joy-con e visualizzare le news. Per un sistema che nel complesso svolge bene il suo lavoro, ma senza eccedere.

Nintendo Switch Joy-con

Parco titoli di questa console: 

Una delle componenti importanti nella valutazione complessiva di una console sono indubbiamente anche i titoli che è in grado di proporre. Da questo punto di vista Nintendo Switch dispone di giochi come Zelda, Shovel Knight, Super Bomberman R, Fast RMX. Senza dimenticare i titoli legati a brand storici della Nintendo, come nel caso di Mario Kart 8 Deluxe, Super Mario Odissey e Splatoon 2. Ovviamente non mancano i giochi di altri sviluppatori come ad esempio Dragon Ball Xenoverse 2, Sonic, NBA 2k18, FIFA 18, Siberia 3 e molti altri. In ogni caso il quadro dei titoli è in costante aggiornamento e promette di accontentare i vari gusti dei player.

Conclusioni: pregi e difetti: 

Una delle qualità di questa console è il fatto di essere la prima ibrida nella storia, risultando adatta a chi non ha molto tempo da spendere dinanzi a tv ma non vuole rinunciare al divertimento, perché consente di giocare sia in modo fisso che mobile. Nintendo Switch risulta molto semplice da utilizzare, con una giocabilità elevata e con gli aspetti grafici curati nel dettaglio. Inoltre rappresentano punti di forza anche la silenziosità e il suo intrigante aspetto esteriore, senza tralasciare la qualità dei materiali utilizzati per la realizzazione. Di contro i difetti sono rappresentati dalla scarsa memoria interna, anche se ampliabile, dall’alimentazione fornita da una sola USB e dalla non elevata stabilità quando si utilizza lo stand per mettere la console su un piano. Inoltre, il codice amico per i nuovi contatti risulta un po’ superato nell’era dei social, senza dimenticare che per qualche giocatore i Joy-con possono risultare scomodi e se si desidera un controller pro bisogna spendere circa 70 € per acquistarlo. Ma aldilà di questi aspetti si tratta di una piattaforma accattivante, capace di ammaliare un’ampia platea, dai più giovani agli appassionati di tecnologia e giochi con più maturità.

Articoli simili
Latest Posts from AleCovaBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.