Foto Roberto d'eugenio per articoli.jpgUno dei giochi più amati di sempre torna in versione rimasterizzata, ma a differenza di altri lo fa in modo convincente, stiamo parlando di Assassin’s Creed 3 Remastered. Il titolo è ambientato durante la guerra d’indipendenza americana, mentre il protagonista è Connor, un meticcio nativo americano pronto a compiere ogni genere di missione e a partecipare ai conflitti a fuoco.

La sua struttura prevede tante fasi di esplorazione che si contraddistinguono per un numero elevato di attività da svolgere, alcune delle quali facoltative. Ad esempio si segnalano la caccia, le missioni (ce ne sono alcune marittime che segnano una novità gradita rispetto al passato), una serie di sfide legate all’esplorazione e alla ricerca di tesori (denaro e oggetti di varia natura).

La trama di Assassin’s Creed 3 Remastered risulta scorrevole con un approccio avventuroso e cinematografico. Gli aspetti grafici sono migliorati rispetto alle versione precedenti, inoltre segnalo qualche interessante novità a livello di gameplay, nonché alcuni pacchetti ulteriori e la presenza in aggiunta del gioco completo Assassin’s Creed 3: Liberation.

In relazione alla longevità si tratta di un titolo capace di offrire un numero di ore di gioco molto elevate, specie per quanto riguarda il single player, ovviamente l’esperienza sarà tanto più lunga quanto più ci si dilunga nelle missioni facoltative e nelle esplorazioni. Ma per scoprire in modo più dettagliato i segreti di questo gioco andiamo a vedere di seguito il responso del gameplay.

Il gameplay:

Durante la prova di Assassin’s Creed 3 Remastered innanzi tutto ho notato uno degli aspetti più belli a mio avviso, ossia la sensazione di correre liberi potendo saltare gli ostacoli, in questo senso le azioni compiute risultano particolarmente dinamiche e senza fronzoli.

Le abilità speciali del protagonista si acquisiscono e si migliorano strada facendo, al pari delle armi (bianche o da fuoco a medio e lungo raggio) che rendono le battaglie molto più semplici. Esse si possono recuperare in giro, acquistare nei negozi o creare mediante un sistema di crafting, sfruttando le capacità degli artigiani nel costruirle.

Aldilà delle tradizionali dinamiche, le novità originali introdotte appositamente per questa versione sono la possibilità di: nascondersi fra i cespugli, uccidere qualcuno alle spalle con una lama e fischiare per richiamare l’attenzione di qualche guardia, in modo da distrarla.

Mentre si gioca la visuale presenta una mini mappa posizionata in basso a sinistra sullo schermo. Essa contiene la posizione dei nemici e degli obbiettivi, ma soprattutto nelle fasi furtive viene indicata la direzione verso cui sono rivolte le guardie, mentre quando c’è un conflitto sono indicati i percorsi e i nascondigli dove fuggire per seminare gli inseguitori.

Si tratta dunque di un gioco dove l’astuzia e la capacità di gestire i momenti sono fondamentali, mentre per quanto riguarda i conflitti, la bravura nel reperire armi nei vari modi risulta decisiva.

Conclusioni: pregi e difetti

Fra i pregi segnalo un’offerta contenutistica molto ricca, la possibilità di esplorare un mondo vasto e di compiere diverse azioni.

Il comparto grafico merita i complimenti per come è stato migliorato, scenari e personaggi infatti hanno avuto un adeguamento significativo. In particolare i paesaggi e il verde della natura aperta sono tutti da godere, così come i tramonti o le albe da ammirare al termine delle battaglie. I volti dei personaggi sono ben rifiniti, così come le loro vesti, ben curate e ricche di dettagli.

I difetti attengono aspetti già presenti nei precedenti capitoli del gioco, come ad esempio i movimenti delle telecamere non sempre impeccabili, specie quando l’azione è molto veloce. Anche i nemici con cui ci si confronta risultano poco impegnativi, questo perché la loro intelligenza artificiale non è elevatissima. Gli effetti sonori sono nella media, anche se i colpi di arma da fuoco sono funzionali allo scopo del gioco.

Insomma, aldilà di qualche pecca, l’esperienza di gioco risulta positiva e di un livello sicuramente superiore rispetto al passato, dunque, soprattutto per chi ama questo genere, mi sento di consigliarne l’acquisto.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.