Foto Roberto d'eugenio per articoli.jpgI giochi di calcio da sempre sono fra i più apprezzati e desiderati dai player di tutto il mondo, questo anche in virtù della passione che unisce milioni di persone, a tal proposito un titolo come Fifa rappresenta una garanzia di divertimento e di spettacolo. Più nello specifico, per questa recensione, facciamo riferimento all’ultima versione Fifa 18, attesissima dal pubblico e anche questa volta in grado di soddisfarne le aspettative. Ma andiamo per gradi e vediamo quali sono i suoi principali pregi e difetti.

Qualità grafiche e giocabilità di tutti i reparti:

Una delle qualità più efficaci di Fifa 18 è la fluidità di gioco, questo in virtù del fatto che le animazioni sono calcolate dopo ogni singolo frame, apportando una notevole modifica rispetto alle edizioni precedenti, che non  consentivano un’immediata reattività quando si calciava verso la porta o si effettuava un dribbling. Il risultato è completamente diverso in questo nuovo gioco, con notevoli benefici per i calciatori più tecnici in fase offensiva, ad esempio le finte e i numeri palla al piede di calciatori come Dybala, Messi, Cristiano Ronaldo e altri sono veramente sorprendenti.

Fifa 18

Oltre all’attacco in questo gioco è molto importante il ruolo dato al centrocampo, infatti può succedere di sbagliare anche passaggi apparentemente facili, con giocatori scarsamente dotati dal punto di vista tecnico, mentre quelli più educati sotto questo aspetto, ad esempio facciamo il nome di Iniesta, difficilmente vi deluderanno. Ovviamente tutto questo rende il gioco quanto più realistico possibile, inoltre si avverte un miglioramento rispetto al passato anche per lo sviluppo delle azioni. In particolare i cross erano un’arma terribile per le difese avversarie in precedenza, soprattutto se si disponeva di un centravanti di peso come ad esempio Lewandowski, ma ora si fa più fatica contro le difese più forti e si trova l’attaccante libero solo con passaggi ben dosati o errori di posizione dei difensori. Anche in quest’ottica si segnala una più facile gestione della fase difensiva, perché i giocatori hanno un buon senso della posizione, tuttavia quando si lascia eccessivo spazio si viene puniti spesso e non è raro che durante i match vengano fuori molti goal. Infine, i portieri risultano abbastanza sicuri nelle uscite e negli interventi sui tiri realizzati anche a breve distanza, mentre fanno più fatica per i bolidi da fuori area e sui tiri a giro, una delle armi vincenti per centrare il bersaglio.

Ecco il video di una partita giocata e la dimostrazione pratica di quanto detto fino ad ora:

Il calciomercato nella modalità carriera:

La modalità carriera in Fifa 18 prevede un calciomercato ben realizzato e realistico, infatti, quando si decide di vendere o acquistare un giocatore, si viene proiettati in un ufficio per trovare un accordo con il presidente del club proprietario del cartellino del giocatore e con il suo procuratore. In questa sede si possono formulare le più svariate proposte, inclusi i bonus, senza dimenticare la possibilità di scavalcare la volontà dell’altra squadra in presenza della clausola rescissoria, che se presente in un contratto di un calciatore permette lo svincolo dello stesso, pagandola per intero. Una volta conclusi gli affari vengono mostrate delle brevi presentazioni dei colpi, proprio come avviene nella realtà.

I campionati e le altre modalità di gioco:

Come logico che sia il giocatore può scegliere di disputare i principali campionati nazionali ed internazionali, così come le varie competizioni, dalla Champions League fino ai Mondiali con le nazionali. Oltre a queste classiche possibilità si segnala il viaggio di Alex Hunter, la storia di un giovane ragazzo che tenta di diventare una stella del calcio e lungo il percorso si imbatte nelle grandi stelle del calcio. Qui giocando partite e scalando le classifiche sarà possibile sbloccare varie caratteristiche, aspetto che rappresenta una variante di gioco interessante. Una delle modalità migliori in assoluto è l’Ultimate Team, che presenta le sfide Creazione Rosa e il FUT Champions, la prima richiede di selezionare un certo numero di giocatori, con delle limitazioni e creare un team, mentre la seconda propone un concentrato di partite da giocarsi in un lasso di tempo ristretto. Si tratta di una vera e propria sfida contro il tempo probante, ma anche stimolante per i giocatori, con la possibilità di osservare le partite e la tattiche di coloro che sono al vertice delle classifiche, al fine di avere informazioni adeguate per provare a sconfiggerli. Tutto questo avviene online, mentre offline si dispone dello Squad Battle, dove ogni giorno si possono sfidare 4 team scelti casualmente, ognuno con caratteristiche specifiche e al termine di ogni match si ricevono dei punti utili a scalare la classifica, con premi sotto forma di crediti erogati ogni settimana.

Fifa 18

Conclusioni:

Insomma, anche questa volta Fifa 18 ha colpito nel segno, sorprendendo per qualità grafiche e per varietà di opzioni di gioco, qualche pecca nelle telecronache e nei dialoghi del viaggio, che alterna frasi in inglese a risposte in italiano, ma aldilà di questi dettagli nel complesso si tratta di un’esperienza di gioco davvero fantastica. Voto 9.

Articoli simili
Latest Posts from AleCovaBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.